Shop

Ferdinando Bracciforti, unitariano

eBook (PDF), 337 Pages
This item has not been rated yet
Price: $6.85
L'apporto della Denominazione Unitariana fu importante per la lotta per la libertà di pensiero dell'Italia post-risorgimentale. Quel gruppo ebbe un leader, stimato e apprezzato da grandi nomi dell'Italia e dell'Europa di fine '800, ma oggi sconosciuto pressoché a tutti: il conte Ferdinando Bracciforti. Su quest'uomo che dialogava alla pari con i maggiori filosofi del suo tempo, che dedicò tutta l'esistenza ad affermare il diritto di ciascuno a non sottostare a nessuna coercizione religiosa che non venisse dalla propria coscienza e a predicare la necessità storica, sociale, spirituale ed economica di una fede adulta disancorata da ogni superstizione, da ogni mistero senza senso, da ogni intoccabile letteralismo, nulla è stato scritto. A lui, alla sua forza, alla sua libertà di pensiero e alla sua profondità intellettuale è dedicato questo libro, nella speranza che esso possa almeno tentare di cancellare quell'oblio a cui una... More > "storia della maggioranza" lo ha ingiustamente condannato< Less
Available in PDF Format

Ratings & Reviews

Log in to review this item
There are no reviews for the current version of this product
Refreshing...
There are no reviews for previous versions of this product
Refreshing...

Product Details

Edition
Prima Edizione
Published
March 6, 2014
Language
Italian
Pages
337
File Format
PDF
File Size
1.49 MB

Formats for this Ebook

PDF
Required Software Any PDF Reader, Apple Preview
Supported Devices Windows PC/PocketPC, Mac OS, Linux OS, Apple iPhone/iPod Touch... (See More)
# of Devices Unlimited
Flowing Text / Pages Pages
Printable? Yes
Report This Content to Lulu >

Moderation of Questionable Content

Thank you for your interest in helping us moderate questionable content on Lulu. If you need assistance with an order or the publishing process, please contact our support team directly.

How does this content violate the Lulu Membership Agreement?

Keywords

Listed In

More From Lawrence M.F. Sudbury