Search Results: ''

Search

×
×
×
×
13 results for ""
IL CONTRIBUTO DELLA FENOMENOLOGIA ALLO STUDIO DELLA PERCEZIONE By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $22.16
Il testo in questione trae spunto dall'opera di Merleau Ponti, dal titolo "Fenomenologia della percezione". Sua finalità principale è di approfondire e articolare concetti... More > fondamentali, quali la 'percezione' e la 'sensazione'. Detti concetti rappresentano la base fondamentale per comprendere tutte le articolazioni, organi di 'senso' quali: vista, udito e tatto. Non si tratta di una questione semplice, perché anche in riferimento all'attività di detti organi di senso vi sono interpretazioni e analisi profondamente diverse tra loro. Si pensi al concetto di 'percezione' e 'sensazione' espresso da numerose correnti di stampo psicologico (nel testo analizzate attentamente)e che contrastano in modo manifesto con l'impostazione fenomenologica di Husserl e soprattutto Merleau Ponti. Un tema, quello della percezione, che già nel XVI-XVII secolo era stato affrontato da alcuni filosofi (esempio Jhon Loche) e che ancora i giorni nostri costituisce argomento di grande rilevanza scientifica e filosofica.< Less
Sui fondamenti del Pensiero Giuridico di Jean Paul Sartre in rapporto alla società contemporanea By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $22.16
QUESTA PUBBLICAZIONE SI PROPONE DI ANALIZZARE IL PENSIERO FILOSOFICO, POLITICO E GIURIDICO DI JEAN PAUL SARTRE; UN FILOSOFO CHE TROPPI ATTUALMENTE SI OSTINANO A RITENERE INGIUSTAMENTE SECONDARIO, MA... More > CHE IN REALTA' HA RAPPRESENTATO CON IL SUO PENSIERO UNO DEI MOMENTI PIU' IMPORTANTI E INTENSI DEL DIBATTITO FILOSOFICO, SOPRATTUTTO A PARTIRE DAGLI ANNI SUCCESSIVI ALLA II SECONDA GUERRA MONDIALE. TEMI QUALI: "L'ESSERE", "IL NULLA", "LA NAUSEA", "LA LIBERTA'", "GLI ALTRI", COSTITUISCONO I PUNTI FERMI DEL PENSIERO DI SARTRE, CHE MOLTI STUDIOSI HANNO PER ANNI CONSIDERATO 'IL FILOSOFO PIU' IMPORTANTE, SE NON ADDIRITTURA PRINCIPALE, DELL'ESISTENZIALISMO'. DI IMPORTANZA FONDAMENTALE E' ANCHE IL SUO PENSIERO POLITICO: EGLI AMAVA DEFINIRSI "UN SOCIALISTA ANTI-GERARCHICO E LIBERTARIO"; NON FU MAI UN FILOSOFO ALLINEATO, CONSERVO', ANZI, SEMPRE, UN ECCEZIONE SPIRITO CRITICO E UNA STRAORDINARIA INDIPENDENZA NEL PENSIERO E NELL'AZIONE, DIMOSTRATO DALLA SUA ADESIONE AI MOVIMENTI DI CONTESTAZIONE IN FRANCIA.< Less
Giolitti e i rapporti con il movimento operaio By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $11.00
IL TESTO IN QUESTIONE SI PROPONE DI ANALIZZARE IL RUOLO CHE IL MOVIMENTO SOCIALISTA E OPERAIO IN GENERE EBBE NELL'INTERA ETA' GIOLITTIANA; SOPRATTUTTO CI SI PROPONE DI EVIDENZIARE I CONTRASTI E... More > CONTRADDIZIONI CHE, NEL SENSO PIU' AMPIO E DRAMMATICO DEL TERMINE, CARATTERIZZARONO IN QUEGLI ANNI L'INTERO MOVIMENTO SOCIALISTA, SI TRATTO' SPESSO DI UN "CONTRATTO" STERILE PERCHE' SE E' VERO CHE SU PIANO TEORICO CIASCUNA POSIZIONE POTEVA AVERE UNA SUA LOGICA E UNA SUA LEGITTIMITA', NELLA REALTA' DEI FATTI NESSUNA COMPONENTE MOSTRO' DI AVERE UN'EFFETTIVA COGNIZIONE DI QUELLI CHE ERANO I PUNTI DI FORZA DEL PAESE E REALI CAPACITA' DI MOBILITAZIONE DEL PROLETARIATO OPERAIO E COMPONENTE CONTADINA.< Less
ECONOMIA POLITICA E RAPPORTI DI FORZA CON L’EUROPA NEL 1914 By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $16.28
Il testo in questione si propone di affrontare un tema che molti, ormai, trovano scontato; e, invece, costituisce uno dei presupposti fondamentali per comprendere la situazione Europea (e Mondiale)... More > che determinò quella che fu definita "la grande guerra". Se ci si limitasse solo all'Europa non si potrebbe mai comprendere il motivo per cui la guerra dei mercati(tale fu la I Guerra Mondiale) ebbe una portata così vasta. La concorrenza tra le grandi potenze non coinvolgeva solo l'Europa ma riguardava un ambito internazionale assai più ampio e articolato. Era una fase in cui l'aspirazione alla Mondializzazione delle attività economiche e commerciali coinvolgeva molti paesi che fino a quel momento erano rimasti del tutto indifferenti rispetto a quanto veniva in Europa.< Less
Economia, politica e società nell'Italia Giolittiana By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $32.57
IL TESTO IN QUESTIONE SI RIVOLGE A STUDENTI, INSEGNANTI E TUTTI COLORO CHE INTENDONO APPROFONDIRE IN MODO PIU' POSSIBILE AMPIO E ARTICOLATO DI UN PERIODO TANTO COMPLESSO, PER MOLTI VERSI,... More > CONTRADDITTORIO QUALE QUELLO CHE L'ITALIA SI TROVO' A VIVERE NEL CORSO DEI PRIMI QUINDICI ANNI DEL '900: AL CENTRO VI E' LA FIGURA DI GIOVANNI GIOLITTI CON IL SUO APPARENTE PROGRESSISMO CHE IN REALTA' COPRIVA IN MODO, QUASI DEFINIBILE "ABILE" TUTTI I DIFETTI, AMBIGUITA', TORTURE DEL SISTEMA POLITICO ITALIANO. SI PENSI AL "TRASFORMISMO" CHE PIU' CARATTERIZZAVA PRINCIPALMENTE E' PIU' NEGATIVE DEL SISTEMA GIOLITTIANO E ALL'AMBIGUITÀ'CHE LO STESSO EBBE NEI CONFRONTI DEL MEZZOGIORNO.< Less
GIOLITTI E IL MONDO CATTOLICO By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $11.32
IN QUESTO SAGGIO CI SI PROPONE DI AFFRONTARE IN MANIERA PIU' APPROFONDITA, NON SOLTANTO IL MODO IN CUI GIOLITTI AFFRONTO'I RAPPORTI CON LA CHIESA CATTOLICA, MA ANCHE IL CLIMA RELIGIOSO DI QUEGLI... More > ANNI, LADDOVE PER "RELIGIOSO" SI INTENDE, IN MANIERA PIU' GENERALE, CIO' CHE A LIVELLO CULTURALE, FILOSOFICO E POLITICO SI MUOVEVA NELL'AMBITO DEL MONDO CATTOLICO. ERA IL PERIODO DEL MODERNISMO CHE TANTE REAZIONI PROVOCO'TRA LE GERARCHIE ECCLESIASTICHE FINO ALLA CONDANNA ESPLICITA DA PARTE DI PIO X, ATTRAVERSO L'ENCICLICA 'PASCENTI 1906'; MA SONO ANCHE GLI ANNI IN CUI SE SULLA CARTA CONTINUA A PERMANERE PER TUTTI I CATTOLICI LA CLAUSOLA DEL 'NON-EXPEDIT', IN REALTA' TALE CLAUSOLA PERMANE SOLO SU UN PIANO MERAMENTE FORMALE DAL MOMENTO CHE MOVIMENTI POLITICI DI ISPIRAZIONE CATTOLICA COMINCIANO A FORMARSI E A DIFFONDERSI NELLA SOCIETA' ITALIANA: SI PENSI IN MODO PARTICOLARE AL MOVIMENTO DEMOCRATICO CRISTIANO IDEATO E GUIDATO DAL SACERDOTE 'ROMOLO MURRI', CHE RIUSCI' PERSINO A FARE ELEGGERE ALCUNI DEPUTATI IN PARLAMENTO.< Less
SCONTRI MILITARI E SCONTRI POLITICI NELLA “GRANDE GUERRA” By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $27.37
Il testo si propone di analizzare non soltanto i vari contesti nel cui ambito si verificano i vari eventi di guerra, ma anche la situazione che si determina nei vari territori, nelle diverse... More > città, nei contesti sociali riguardanti le realtà più povere e abbandonate. La guerra, in altre parole, è stata, come ovvio, dolore, distruzione, morte; ma questo non è dovuto solo ai bombardamenti, ai cannoneggiamenti e scontri armati, è dovuto anche, e ancor più alla fame, miseria, al crollo economico e agli arbitrari e orribili stermini e massacri che gli ufficiali attuavano nei confronti delle loro truppe. Non si può evitare in una situazione tanto complessa e articolata un forte, deciso e diretto inserimento a ruolo del movimento operaio internazionale alle sue contraddizioni, difficoltà, ma anche alle sue lotte e strategie.< Less
Economia politica e società nella Russia Pre-rivoluzionaria By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $10.84
Il testo si propone di mettere in luce lo stato economico, politico e sociale della Russia post guerra e pre-rivoluzione (1917).
Storia Politica e Sociale nell’Europa tra il 1914 e 1918: By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $32.08
Nel testo vengono sottolineati gli aspetti, non solo strategici e militari, ma anche politici, economici, sociali e geografici in cui l'Europa e il mondo si trovavano nel periodo che va tra il 1914... More > e 1918: furono anni di grandi cambiamenti che nel bene e nel male caratterizzarono le diverse realtà, non solo dal punto di vista geografico ma anche, appunto, su piano politico ed economico: ben quattro imperi crollarono perché tra questi deve essere considerato anche l'Impero Russo; ma tale crollo risultò una realtà assai più complessa e variegata che non contribuirà in alcun modo a dare stabilità nè all'Europa né al resto del mondo, e che, anzi,porrà le basi per uno sviluppo assai più catastrofico che sfocerà nel dramma della II Guerra Mondiale.< Less
LA PACE DI VERSAILLES: By GIOVANNI SCARSI
eBook (PDF): $16.05
IL TESTO ANALIZZA LA SITUAZIONE DI PIENO INGANNO IN CUI L'EUROPA E IL MEDIO-ORIENTE VENNERO A TROVARSI IN SEGUITO ALLA CADUTA DELL'IMPERO GERMANICO, ASBURGICO E OTTOMANO. LA "PACE DI... More > VERSAILLES" FU IN REALTA' UNA PACE APPARENTE. GRANDE PESO NEGATIVO L'ASSENZA DEI PAESI SCONFITTI (IN PARTICOLARE DELLA GERMANIA)I QUALI FURONO CONVOCATI SOLTANTO ALLO SCOPO DI APPORRE LA FIRMA A PROTOCOLLI CHE LE POTENZE VINCITRICI (STATI UNITI, GRAN BRETAGNA E FRANCIA) AVEVANO GIA' ELABORATO E DECISO E LE POTENZE, COSIDDETTE,"PERDENTI" DOVEVANO SEMPLICEMENTE L'IMITARSI AD ACCETTARE E SOTTOSCRIVERE. UN ULTERIORE PESO NEGATIVO FU RAPPRESENTATO ANCHE DALL'ASSENZA DELLA RUSSIA DOVE LA RIVOLUZIONE (1917) STAVA PRODUCENDO MOMENTI NEGATIVI CHE NON POTEVANO ESSERE ACCETTATI DALLE POTENZE OCCIDENTALI; NESSUNO FU REALMENTE SODDISFATTO DALLE CLAUSOLE DI QUEL TRATTATO, TANTO CHE' MOLTE SITUAZIONI FURONO MODIFICATE DA INIZIATIVE SPONTANEE DA PARTE DI ALCUNI GOVERNI E APPARTENENTE MILITARE.< Less